05Apr

5 cose da fare gratis a Carrara in un giorno

By: umberto Acceso: 5 Aprile 2020 In: storie di marmo Comments: 0

Ecco le cinque cose che puoi fare in una giornata a Carrara gratuitamente.
Carrara è famosa per il suo marmo bianco, infatti molti turisti vengono a visitare le cave di marmo senza sapere che c’è molto altro da vedere e da fare!
Per esempio non tutti sanno che Colonnata, patria del famoso lardo, si trova nelle valli del marmo; oppure che per merito della millenaria tradizione dell’artigianato del marmo, Carrara è stata inserita dall’UNESCO nella lista delle Città Creative; oppure che il centro storico di Carrara è fatto interamente di marmo.

Nel mio post precedente ho spiegato come arrivare alle a Carrara e alle cave di marmo, qui trovi l’elenco delle 5 cose più interessanti da fare o vedere gratuitamente a Carrara con un giorno a disposizione.
Se desiderate fare anche un tour guidato, qui trovate le alcune proposte d’itinerario adatto sia turisti individuali oppure a turisti di gruppo in pullman.

5 cose da fare alle cave di marmo di carrara, foto panoramica frontale delle cave di marmo
5 cose da fare alle cave di marmo di carrara, foto aerea delle cave di marmo
5 cose da fare alle cave di marmo di carrara, interno di una cava di marmo a cielo aperto
previous arrow
next arrow
Slider

Ecco le 5 cose da fare gratis a Carrara in una giornata

  1. Visitare le Cave di marmo di Carrara
  2. Visitare la Cava Romana
  3. Assaggiare il lardo di Colonnata
  4. Visitare il centro storico di Carrara, la città di marmo.
  5. Visitare un laboratorio di scultura

1) Visitare le cave di marmo di Carrara

Questa è sicuramente la principale attrazione turistica del territorio,
spesso il visitatore non ha le idee molto chiare su cosa aspettarsi di vedere o su come visitare le cave di marmo, e mi chiede:
– Cosa posso visitare alle cave di marmo?
– Sono un luogo recintato nel quale entrare attraverso un cancello?
– C’è molto da camminare in montagna per arrivare alle cave?
– Le strade sono asfaltate?
– È possibile entrare in una cava di marmo?
– Ci sono parcheggi alle cave di marmo?

Le cave di marmo sono qualcosa di unico e imperdibile. Esse sono considerate il più grande bacino marmifero del mondo, esse sono uniche anche in termini di geologia, storia, arte e archeologia.
Gli antichi romani furono i primi a utilizzare questo materiale per costruire e abbellire la Roma Imperiale con palazzi, templi e statue.
Successivamente, nel corso dei secoli successivi fino ai giorni nostri, generazioni di scultori come Donatello, Michelangelo, Bernini, e poi ingegneri, architetti in tutto mondo hanno usato il marmo di Carrara per creare grandi capolavori che si trovano in tutti i libri di storia dell’arte.

Cosa sono le cave di marmo?

Le cave di marmo si trovano nella catena montuosa delle Alpi Apuane, si tratta di un’area di escavazione enorme (bacini marmifero) che occupa circa 1000 ettari di montagna nella quale sono attive circa 80 cave di marmo suddivise in tre valli principali che si aprono alle spalle della città di Carrara: valle di Torano, valle di Fantiscritti (Miseglia), valle di Colonnata.

Strade pubbliche e asfaltate partono da Carrara e la collegano con i paesi a monte, questi percorsi offrono svariate opportunità di sosta per fare le foto e per parcheggiare nei luoghi più panoramici. Queste strade, nei giorni di lavoro, sono percorse anche dai camion del marmo, fate attenzione a dove sostate per fare le foto!
Qui trovi una proposta d’itinerario gratuito attraverso le valli del marmo su Google Maps oppure scarica l’itinerario dettagliato in PDF 

Vie di arroccamento, si diramano dalle strade asfaltate per raggiungere ogni singola cava di marmo, esse sono ripide, sterrate e senza guardrail. Le vie di arroccamento sono accessibili solo agli addetti ai lavori e tour autorizzati.

Per riassumere, l’area (bacini marmiferi) dove si trovano le cave di marmo è raggiungibile in auto. Le cave di marmo sono numerose, occupano un’area molto vasta e sono una zona di lavoro quindi non accessibile al pubblico. 

Se desiderate fare un tour guidato qui trovate alcune proposte d’itinerario adatte sia a turisti individuali sia a turisti di gruppo in pullman. 

5 cose da fare alle cave di marmo di carrara, foto del distacco di un blocco di marmo
5 cose da fare alle cave di marmo di carrara, foto di una cava di marmo
5 cose da fare alle cave di marmo di carrara, foto interno di una cava a cielo aperto
previous arrow
next arrow
Slider

2) Visitare la Cava Romana

cava romana a carrara, disegno che mostra le tecniche di escavazione in età romana.

Per arrivare alla Cava Romana troviamo le indicazioni lungo la strada che porta a Colonnata, questo è un sito archeologico risalente all’Età Romana (1° secolo D.C.) dove sono visibili le antiche tracce di escavazione del marmo e dove è possibile ammirare un bel panorama.

Il sito archeologico è piuttosto piccolo ed è l’ultimo visibile nei bacini marmiferi di Carrara, gli archeologi hanno stimato che ci fossero circa un centinaio di cave attive in epoca romana, di cui probabilmente non è rimasto più nulla perché in moltissimi casi i cavatori hanno continuato a sfruttare gli stessi giacimenti di marmo utilizzati da Romani, oppure perché molte cave sono state sommerse dai detriti creati dall’utilizzo intensivo degli esplosivi nell’Ottocento e nei primi anni del Novecento.

Il percorso di visita è indicato da numerosi pannelli esplicativi che illustrano le tecniche e gli attrezzi utilizzati per l’escavazione del marmo. Nella costa della montagna si vedono chiaramente le tracce dagli utensili impiegati per il distacco dei blocchi di marmo. Allo stesso tempo, il sito della Cava Romana è anche un punto panoramico dei più suggestivi, da qui lo sguardo si estende lungo tutta la valle di Colonnata e tutto attorno si possono vedere alcune cave di marmo in attività.

3) Assaggiare il Lardo di Colonnata

5 cose da fare a carrara, pezzo di lardo di colonnata
5 cose da fare a carrara, lardo di colonnata a fette
5 cose da fare a carrara, piatto di  lardo di colonnata e pomodori
previous arrow
next arrow
Slider

Una volta nei negozi si dava il Lardo di Colonnata come resto in mancanza di spiccioli, per lungo tempo è stato parte dell’alimentazione dei cavatori perché di facile conservazione, energetico ed economico. Da 20/25 anni a questa parte il Lardo di Colonnata è diventato una prelibatezza gastronomica ed è stato accolto a pieno diritto nell’Arca del Gusto di Slow Food.

Da 1500 anni il Lardo di Colonnata si fa nello stesso modo, utilizzando cioè i prodotti del territorio per insaporire il lardo fresco di maiale; arrivando in paese però non troverete allevamenti di maiali, perché ciò che rende il Lardo di Colonnata un salume unico al mondo non è il maiale bensì il metodo di produzione che prevede l’utilizzo di selezionati ingredienti: sale marino, erbe e spezie, marmo e….. l’aria di Colonnata!
Immagino già le vostre domande: “Erbe, spezie, quali di preciso?”, “Marmo?! Significa che nel lardo c’è il marmo?”, e poi “Che ci azzecca l’aria di Colonnata col lardo?”.

Vorreste saperne di più? Fate una passeggiata in paese, a Colonnata c’è sempre un fantastico profumo, entrate nei negozi (che qui chiamano larderie), chiedete ai produttori di raccontarvi “come si fa il lardo”, oltre a soddisfare la vostra curiosità ve ne offriranno un assaggio. In larderia, oltre al lardo, spesso troviamo altri salumi come la pancetta, il guanciale, la crema di lardo, il salame al lardo, filetto di maiale e molto altro!

Per mangiare qualcosa a Colonnata avete diverse opzioni: un bel panino al lardo da gustare passeggiando per i vicoli del paese, oppure uno spuntino seduti in larderia a base di salumi locali, formaggio, torte di verdura e vino rosso, oppure fare un pasto completo in uno dei ristoranti locali.
Buon appetito!

4) Visitare il centro storico di Carrara

5 cose da fare a carrara, facciata del duomo di carrara
carrara, the rose window of the duomo
5 cose da fare a carrara, dettaglio di balcone di marmo
5 cose da fare a carrara,castello malaspina e accademia delle belle arti
5 cose da fare gratis a carrara, icona marmorea raffigurante maria e Gesù bambino
5 cose da fare gratis a carrara, fontana di marmo
previous arrow
next arrow
Slider

Carrara conta circa 65.000 abitanti ed è un comune separato da Massa che ne conta all’incirca lo stesso numero, il territorio comunale abbraccia tutta l’area compresa tra le Alpi Apuane e il mar Tirreno. Lungo la costa tirrenica, vicino alla foce del fiume Magra, gli antichi Romani fondarono la colonia di Luni, porto mercantile da cui partivano i marmi per Roma e tutto l’impero. Dell’antica Luni non rimane molto, oggi è visitabile la sua area archeologica.

Carrara, come centro abitato nacque intorno al X-XI secolo D.C. come centro agricolo e, quando i commerci e le attività industriali in Italia tornarono a fiorire, cominciò a svilupparsi per merito dell’industria del marmo: estrazione, trasporto, lavorazione. Generazioni di scalpellini e scultori hanno sbozzato blocchi, scolpito statue, decorato chiese, palazzi, case, portali, finestre, balconi insomma TUTTA la città poco alla volta fu costruita e abbellita con il suo marmo bianco! Uno spettacolo veramente imperdibile.

La visita al centro storico inizia con la Carrara medievale e il castello Malaspina oggi sede dell’Accademia delle Belle Arti, continua lungo via santa Maria si arriva al Duomo (sec. XI-XIV) interamente fatto di blocchetti di marmo compreso il suo campanile, da piazza del duomo si scende verso piazza Alberica, il centro della Carrara rinascimentale abbellita da sontuosi palazzi del ‘500-‘600-‘700 per proseguire fino al teatro degli Animosi costruito alla metà dell’Ottocento, la passeggiata termina tornando al castello Malaspina da dove inizia Via Roma, cuore della Carrara di fine Ottocento.
Qui potete scaricare la mappa della città con indicati i due percorsi turistici: le vie del marmo e i monumenti principali cittadini.
Per prenotare una visita guidata in città individuali oppure un tour di gruppo in pullman potete trovare diverse proposte d’itinerari alle cave di marmo.

5) Visitare i laboratori di scultura

5 cose da fare a gratis a carrara, interno laboratorio di scultura
5 cose da fare gratis a carrara, scultore al lavoro
5 cose da fare gratis a Carrara, scultore a lavoro in laboratorio
5 cose da fare a carrara, lezione di scultura
previous arrow
next arrow
Slider

Visitare un laboratorio di scultura è un’esperienza assolutamente da non perdere tra le 5 cose da fare gratis a Carrara.
Il materiale perfetto per fare sculture è il marmo di Carrara, solo in questa zona nacquero sin dal medioevo le botteghe artigiane specializzate nella produzione di statue, ma anche di lavori di piccolo artigianato come le icone marmoree, tombe e arte funeraria, decorazioni di altari, produzione di scale, finestre e molto altro. Molti di questi scultori emigrarono aprendo le loro botteghe in Italia, nel resto d’Europa e nel mondo, portando con se questo sapere unico e poi trasmettendolo alle generazioni successive.

Questo sapere, questa capacità di creare unica al mondo ci è stata riconosciuta dall’UNESCO che ha inserito Carrara nella lista delle Città Creative proprio per l’artigianato del marmo.

Entrare in un laboratorio di scultura è un’esperienza affascinante, questi sono luoghi autentici dove si respira un’atmosfera di calma operosità, nell’aria c’è polvere di marmo, i ripiani sono pieni di modelli in gesso, statue sbozzate e altre quasi finite poggiano sui piedistalli, scalpelli, martelli, raspe, compassi da sempre sono gli attrezzi quotidiani dello scultore custode di queste tradizioni millenarie.

Ricordate che i laboratori del marmo sono chiusi Sabato pomeriggio e Domenica, durante la settimana meglio chiamare per avvertire della vostra visita. Al vostro arrivo uno scultore vi accompagnerà nella visita raccontandovi dei progetti in corso e illustrando i metodi e le tecniche di scultura. Attenzione che talvolta le foto non sono ammesse!!!

Quali laboratori visitare? Ecco un elenco, sicuramente incompleto, ma che spero possa esservi d’aiuto:
Scultura Monfroni
Atelier Carrara
Laboratorio Corsanini
Telara laboratorio scultura
Cooperativa Scultori Carrara
Laboratorio scultura Costa
Associazione Studi aperti. La presenza dell’accademia delle Belle Arti attira artisti da tutto il mondo che si cimentano con il marmo, ma si dedicano anche alla pittura e altre forme d’arte.
Associazione studi d’arte

Se desiderate fare un tour guidato qui trovate alcune proposte d’itinerario adatte sia a turisti individuali sia a turisti di gruppo in pullman. 

Please follow and like us: