20Apr

Cosa mangiare a Carrara

By: umberto Acceso: 20 Aprile 2020 In: storie di marmo Comments: 0

Cosa mangiare quando si visitano le cave di marmo di Carrara?
Dove gustare a Carrara e dintorni le specialità locali?

Mangiare e bere a Carrara, una mini-guida per conoscere il territorio dal punto di vista eno-gastronomico oltre che culturale, artistico e paesaggistico.

Il modo migliore per conoscere veramente l’Italia è la sua cucina. In realtà non esiste una cucina Italiana vera e propria, ma una varietà di cucine regionali e locali che per secoli si sono sviluppate in modo indipendente. La gente del luogo utilizzava ciò che offriva il territorio: carne (poca), pesce, verdure, erbe cucinandole in modi diversi per creare cibi unici, caratterizzati da sapori forti e decisi.

Carrara, nonostante si affacci sul mare non ha una cucina tipica marinara, il cibo tradizionale di Carrara ha una sua precisa identità, che nasce sulle colline e sulle montagne che la circondano, sposa le necessità contadine a quelle dei cavatori, e usa principalmente i prodotti della terra sposandoli alla carne degli animali da cortile e a qualche pesce spesso sotto sale (acciughe, baccalà, stoccafisso).

Cosa mangiare a Carrara, lardo di colonnata
Lardo di Colonnata

Il prodotto più famoso del territorio Carrara è indubbiamente il Lardo di Colonnata, forse non tutti sanno che Colonnata è uno dei cosiddetti “paesi del marmo” situato nelle montagne di Carrara. Del lardo di Colonnata abbiamo già detto in questo post 5 cose da fare a Carrara, si tratta di un salume unico al mondo che per merito di uno speciale e antichissimo metodo di produzione è diventato una vera prelibatezza. Esso viene servito come antipasto, sopra la pizza, su una bruschetta coi pomodori, per insaporire primi e pietanze, oppure dentro a un semplice panino.
In paese a Colonnata trovate molte larderie, dove acquistare il lardo oppure fare merenda con vini e prodotti locali, oppure ristoranti che offrono piatti della tradizione locale anche a base di lardo di Colonnata.

Taglierini nei fagioli

I piatti tipici nascono per le esigenze lavorative dei locali con qualche influenza proveniente dai territori circostanti per esempio dalla Liguria: pancetta ripiena, farinata, panizze, acciughe e patate al forno.
Tra i primi piatti troviamo i taglierini nei fagioli, tordelli (ripieni di carne e bietola), lasagne stordellate; tra i secondi abbiamo il baccalà al forno, fritto o marinato, lo stocafisso con le patate, torte e frittate di verdura, agnello/pollo/coniglio fritto con le verdure, trippa, pollo o coniglio alla cacciatora con polenta, il coniglio ripieno, in estate si trovano spesso i muscoli (cozze) bolliti oppure ripieni.
Nelle montagne di Carrara ci sono enormi castagneti dove crescono numerosi i funghi porcini, con la farina di castagne si fanno le lasagne bastarde, il castagnaccio con la ricotta, e le frittelle di castagne.
Insomma, una cucina semplice e senza fronzoli, ricca di sapori di mare e di terra che merita una sosta in un’osteria o ristorante del luogo.

cosa mangiare a carrara, baccalà marinato
Baccalà marinato

Il dolce tradizionale di Carrara è la torta di riso: latte, uova, e un poco di riso messi in una teglia e cotti al forno. Più facile a dirsi che a farsi, il difficile è bilanciare bene gli ingredienti in modo da avere uno strato di crema sopra e sotto il riso. La troviamo spesso nei menu dei ristoranti ma anche in alcune panetterie che continuano a farla secondo tradizione.

Per una merenda, o un pranzo veloce non mancate di provare la “calda calda” che sarebbe la farinata detta anche cecina, che nasce a Genova e la si trova lungo tutta la costa ligure e toscana fino a Livorno. La farinata, insieme pizza e focaccia si trova nelle pizzerie al taglio di tutto il territorio carrarese. Nella giusta stagione trovate anche la torta di castagnaccio.
Altro tipo di street-food sono gli sgabei, è un cibo che con nomi diversi troviamo in tutta Italia, praticamente è la pasta della pizza tagliata a pezzetti e fritta in olio bollente in modo che si gonfi e possa essere riempita di salumi e formaggi.

cosa mangiare a carrara, farinata, calda-calda
Calda-Calda (farinata)

I vini locali sono corposi, profumati e di buona qualità, vengono prodotti nelle colline a nord ed a sud di Carrara che, ben soleggiate e orientate verso il mare offrono il terreno ideale per la produzione di ottimi vini bianchi e rossi. Le due aree principali sono i Colli di Candia DOC, area che si estende verso Massa e il cuore della Toscana, e la zona dei Colli di Luni DOC che invece occupa le prime colline della Liguria verso Sarzana.

Qui trovate la lista (sicuramente incompleta) dei ristoranti, osterie e pizzerie dove assaggiare le specialità locali se vi trovate alle cave di marmo o in centro storico a Carrara.
Qualora avessi dimenticato d’inserire qualcuno, oppure se avete trovato un posto che non conoscevo e secondo voi merita di essere inserito nella lista, scrivetemi.
Allora buon appetito e ARRIVEDERCI A CARRARA!

Carrara centro storico
Osteria Geode, merende e cucina tradizionale.
Ristorante Hope, cucina tradizionale.
Trattoria il Cavallo, cucina tradizionale.
Osteria La Capinera, cucina tradizionale.
Trattoria La Nerina cucina tradizionale.
Osteria Le Zie, cucina tradizionale.
Ristorante Roma, cucina tradizionale.
Enoteca Velia, merende e cucina tradizionale.
Ristorante Vittorino, cucina tradizionale.

Pizza al taglio, farinata, focaccia, castagnaccio.
Pizzeria Tognozzi.
Pizzeria L’Accademia.
Pizzeria Margherita di Seghieri e Colonnata.

Colonnata e dintorni
Ristorante Locanda apuana, cucina tradizionale.
Ristorante Venanzio, cucina tradizionale rivisitata.
Ristorante Osteria nella Pià, cucina tradizionale.
Trattoria Fantiscritti, merende, cucina tradizionale.
Osteria da Ometto, cucina tradizionale a Bedizzano.
Lardarium, merende, panini.
Larderia il Poggio, merende, panini, produzione lardo.
Larderia La Stazione, merende, panini, produzione lardo.
Larderia Mafalda, merende, panini, produzione lardo.
Da Matti, merende.
Da Mario, merende.